Nachhaltigkeit

Successo sostenibile del vostro investimento. La nostra filosofia di investimento.

Il modo grigionese di investire.

In quanto partner responsabile e affidabile, nell’attività di investimento ci impegniamo a favore della sostenibilità. Una parte essenziale del nostro piano per lo sviluppo sostenibile è l’integrazione di aspetti economici, ecologici e sociali nel processo di investimento. Implementiamo il nostro approccio alla sostenibilità in tutte le soluzioni di investimento BCG e promuoviamo così la sostenibilità nell’attività di investimento.

 

I vostri vantaggi


  • Positivo contributo economico, ecologico e sociale

  • Rischio inferiore

  • Performance sostenibile

  • Responsabile – affidabile – moderno - semplice

 

 

 

  • Approccio alla sostenibilità
  • Criteri ESG
  • Rischi ESG
  • Rating ESG
  • Criteri di esclusione
  • SFDR - Sustainable Finance Disclosure Regulation
  • Affiliazioni
  • Fornitore di dati ESG

​L’approccio alla sostenibilità della BCG combina gli approcci «Criteri di esclusione», «Best-in-Class», «Integrazione di ​L’approccio alla sostenibilità della BCG combina gli approcci «Criteri di esclusione», «Best-in-Class», «Integrazione di fattori ESG», «Esercizio del diritto di voto» e «Investimenti tematici». Con l’implementazione dell’approccio alla sostenibilità BCG, ci assumiamo la nostra responsabilità individuale. Studi scientifici dimostrano che investire in modo responsabile promette oltre che un effetto positivo sull’ecosistema anche una performance migliore.

 

La designazione «ESG» sta per «Environment», «Social» e «Governance» quindi «Ambiente», «Società» e «Gestione aziendale». I criteri ESG sono un concetto efficace per valutare gli aspetti di sostenibilità delle imprese e si sono ormai imposti come uno standard internazionale. Integrando i criteri economici, ecologici e sociali nella nostra filosofia di investimento BCG ci assumiamo la responsabilità e creiamo trasparenza.

Nachhaltigkeit ESG

Gli aspetti della responsabilità sociale e imprenditoriale così come la compatibilità ambientale dischiudono opportunità, in particolare anche per l’attività di investimento. Nell’ambito dei compiti che le sono stati affidati in qualità di fiduciaria, la BCG è convinta della necessità di integrare nella valutazione degli investimenti anche i rischi non tradizionali, come i rischi ESG.

Un rating ESG serve a valutare la resistenza di un’azienda ai rischi ESG a lungo termine. Le aziende con valutazione elevata si contraddistinguono per una gestione eccellente o in via di miglioramento dei principali rischi ESG.

Una parte essenziale del piano di sostenibilità della BCG verte sulla prevenzione dei rischi, i cosiddetti criteri di esclusione. Le esclusioni possono essere motivate da considerazioni finanziarie, per esempio l’ingente svalutazione di un settore a causa dell’area di attività, o da aspetti legali o morali, indipendentemente dalle considerazioni finanziarie.

L’integrazione di criteri di sostenibilità riduce il rischio e accresce il rendimento nel lungo termine.

I rating ESG sono assegnati da agenzie di rating ESG come per es. MSCI ESG, Inrate, ISS Oekom o Sustainalytics.

Il rating ESG serve a valutare la resistenza di un’azienda o del portafoglio aggregato di un fondo ai rischi ESG a lungo termine. Le aziende con valutazione elevata vantano una gestione eccellente o in via di miglioramento dei principali rischi ESG. Oltre alle aziende (azioni e obbligazioni quotate), le agenzie di rating ESG valutano anche Paesi, fondi di investimento e ETF. Non vengono valutati gli investimenti alternativi come per es. l’oro e gli immobili.
 
La BCG opera prevalentemente con i dati MSCI ESG. MSCI ESG identifica le società migliori e peggiori di un settore e valuta le aziende su una scala da “AAA a CCC”.

        Scala MSCI ESG

Le aziende con un rating ESG di AAA o AA (leader di settore) vantano una gestione forte e/o migliorata delle questioni ambientali, sociali e di governance rilevanti. Queste aziende sono più resistenti ai rischi latenti derivanti da eventi ESG e di conseguenza tendono a performare meglio. Un rating di A, BBB o BB indica tendenzialmente una gestione media delle questioni ESG. Le aziende con rating ESG di B e CCC (ritardatarie, dette anche laggard) non hanno una gestione adeguata dei rischi ESG cui sono esposte, oppure la loro gestione è in peggioramento.

I fondi azionari, obbligazionari convertibili e obbligazionari BCG escludono completamente dall’universo d’investimento le imprese che producono armi controverse. Si applicano inoltre valori soglia percentuali per imprese che conseguono una quota del loro fatturato con armi convenzionali (5%), tabacco (5%), carbone (5%) ed energia nucleare (20%). Se le quote di fatturato generate da un’impresa con queste attività superano il valore soglia, la società viene esclusa.

Se le imprese violano le convenzioni e le normative ONU vigenti (ad es. sui diritti umani, la corruzione, ecc.), si evita temporaneamente di investire finché la società non tornerà ad agire conformemente con gli standard e le normative internazionali. Nella selezione dei titoli si prediligono società con i rating ESG migliori.

Un ulteriore criterio è l’esclusione di rating ESG bassi (in ritardo). Questa esclusione si basa sulla metodologia di MSCI ESG, strutturato in base a un approccio best-in-class. Le società che non hanno un rating ESG da MSCI ESG o con un rating ESG di CCC o B vengono definite «in ritardo». L’approccio alla sostenibilità della BCG esclude le società «in ritardo».

​Firmando l’accordo di Parigi sul clima, l’Unione europea si è impegnata per uno sviluppo economico e sociale più sostenibile. Uno degli obiettivi è aumentare la trasparenza in relazione ai criteri di sostenibilità e alle opportunità di investimento sostenibile. A tale scopo, alla fine del 2019 è stato pubblicato un regolamento sugli obblighi di divulgazione legati alla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari. Il Sustainable Finance Disclosure Regulation (SFDR) è una pietra miliare per il raggiungimento di questo obiettivo dell’accordo di Parigi sul clima.

Con l’entrata in vigore del regolamento il 10 marzo 2021, gli operatori dei mercati finanziari e i consulenti finanziari nell’UE sono tenuti a osservare regole di trasparenza per l’integrazione nei processi interni dei rischi di sostenibilità e delle conseguenze negative per la sostenibilità, così come per la comunicazione di informazioni sulla sostenibilità dei prodotti finanziari.

In base all’SFDR, in futuro i prodotti finanziari saranno suddivisi in tre categorie:
articolo 6: fondi senza criteri ESG
articolo 8: fondi con caratteristiche ESG
articolo 9: fondi con obiettivi di investimento sostenibili misurabili (Impact fund).

A livello dell’UE, il regolamento interessa i due fondi gestiti secondo il diritto lussemburghese, GKB (LU) Obligationen EUR ESG e GKB (LU) Wandelanleihen Global ESG. I due fondi sostenibili gestiti dalla BCG sono classificati secondo l’articolo 8.

L’interazione con le aziende (engagement) influenza positivamente la politica imprenditoriale delle aziende in cui investire per quanto riguarda i criteri ESG. La BCG attua l’engagement attraverso l’interazione diretta con singole aziende, indirettamente in fondi selezionati e attraverso il sostegno attivo e la partecipazione a reti e iniziative sostenibili (per es. Swiss Sustainable Finance).

Dall’inizio di maggio 2020, la BCG è entrata a far parte della Swiss Sustainable Finance (SSF). La BCG si impegna per la sostenibilità e diffonde il suo modello di pensiero improntato alla sostenibilità anche attraverso la SSF. Ci impegniamo e puntiamo a una collaborazione attiva nei gruppi di lavoro della SSF.

SSF La SSF è un’associazione che rafforza la posizione della Svizzera sul mercato globale come promotrice di una finanza sostenibile. La SSF è attiva nella divulgazione e nella formazione su tematiche di rilievo per la sostenibilità e promuove la crescita. L’associazione, fondata nel 2014, riunisce fornitori di servizi finanziari, investitori, università e scuole universitarie nonché enti di diritto pubblico.

​La BCG si basa sulle analisi di MSCI ESG-Research, uno dei maggiori fornitori di analisi di sostenibilità e rating ambientale, sociale e di governance (ESG).

MSCI ESG concentra l’attenzione sulle opportunità e sui rischi finanziari-materiali sulla base dei fattori ESG. Offre sul mercato un’ampia offerta di rating ESG di aziende, Stati e fondi.

Componente MSCI ESG Grafik

Crescere insieme.