Capisaldi ecologici

La vostra sostenibilità. La nostra ecologia.

Sulla base di interessi di lungo periodo, pensando alle future generazioni.

Nel quadro dell’ecologia aziendale ambiamo a ridurre costantemente la nostra impronta ecologica nel rispetto dei criteri economici. Lo scopo è fare ancora meglio di quanto disposto dalle leggi vigenti in materia di energia ed ecologia.

 

Vielfalt und Chancengleichheit

 

Nel 2018 le emissioni di CO2 sono aumentate del 2%. I target pro rata sono stati comunque superati ancora una volta. L’aumento è dovuto in massima parte al maggiore consumo energetico della sede centrale nell’Engadinstrasse (produzione di freddo e ventilazione provvisoria senza recupero di calore).

 

  • Materiale
  • Energia
  • Acqua
  • Emissioni
  • Acque luride
  • Rifiuti
  • Prodotti e servizi

Impiego di materiali
Dato che la BCG non è uno stabilimento di produzione, le indicazioni in tal senso si limitano al consumo di carta (conformemente all’indicatore 3 della VfU (Verein für Umweltmanagement und Nachhaltigkeit in Finanzinstituten – Associazione per la gestione ambientale e la sostenibilità negli istituti finanziari). Insieme alla gestione degli edifici, è questo il principale fattore che influisce sugli indicatori di prestazioni ecologiche della Banca. Per produrre carta occorrono molta energia e acqua, con significative emissioni di gas serra. Analogamente ai nostri sforzi per ridurre il consumo energetico, miriamo pure a ridurre sensibilmente il consumo di carta. Grazie alla promozione coerente delle operazioni bancarie in modalità elettronica e alle misure di sensibilizzazione interne, dal 2010 è stato possibile ridurre del 22% circa il consumo totale di carta (valore rettificato per FTE).

Utilizzo di materiali riciclabili
La BCG copre il 93% del suo consumo totale di carta con carta riciclata. In confronto ad altre banche è un ottimo valore.

 

 

Con la digitalizzazione e misure interne di sensibilizzazione, nell’anno in esame abbiamo ridotto il nostro consumo di carta a 165 chilogrammi per singolo collaboratore. Questo valore comprende anche il consumo relativo alla comunicazione con i clienti.

Consumo energetico diretto
Per il fabbisogno energetico diretto puntiamo sull’utilizzo delle energie rinnovabili e su una maggiore efficienza energetica. Dal 2013, il nostro consumo di elettricità è coperto interamente da energia proveniente da fonti rinnovabili. Il traguardo dell’efficienza energetica si raggiunge con la gestione attiva dell’energia e il successivo miglioramento delle caratteristiche tecnico-energetiche di edifici e infrastrutture. Nella sede centrale adottiamo fin dal 2009 misure aziendali volte all’ottimizzazione energetica, attraverso l’intervento di un consulente esterno in collaborazione con il servizio di manutenzione.

Nell’anno in esame sono stati avviati negli edifici amministrativi di Engadinstrasse cospicui lavori di risanamento degli impianti di riscaldamento e ventilazione ed entro il 2020 si metteranno in atto programmi di efficienza energetica. Con l’attuale riduzione del 27%, nell’anno in esame siamo riusciti a superare notevolmente il valore pianificato dalla BCG per la diminuzione del consumo energetico (-13% rispetto all’anno di riferimento 2010). Di conseguenza il target del 2025 (-25% rispetto al 2010) è già stato superato.

Nell’anno in esame, il consumo energetico è aumentato dell’1,4% rispetto all’anno precedente. Ciò è dovuto a un maggiore consumo di energia del centro di calcolo della sede centrale. Ciò malgrado, nel confronto con l’anno di riferimento 2010 possiamo esibire un calo dei consumi energetici totali annui di circa 2,4 GWh.

 

Vielfalt und Chancengleichheit

 

Consumo energetico indiretto
Negli ultimi anni si è potuto ridurre notevolmente il consumo energetico indiretto (p. es. l’energia elettrica per le pompe che trasportano l’acqua calda dall’inceneritore GEVAG a Trimmis fino alla BCG): 59% rispetto all’anno di riferimento 2010. Insieme ai risparmi del consumo energetico diretto (p. es. i costi di riscaldamento), nell’anno in esame c’è stata una notevole riduzione del consumo di energia primaria (-46%).

Questo netto calo del consumo energetico indiretto, nel raffronto con l’anno di riferimento 2010, è riconducibile soprattutto alla riduzione del consumo energetico diretto, al passaggio alle energie rinnovabili e al minore utilizzo di materiali, come pure all’aumento della quota di riciclaggio di carta

Consumo idrico totale in base alle fonti
Dato che l’acqua proviene dalla rete idrica locale, non c’è alcuna ripartizione per fonti. Rispetto all’anno di riferimento 2010 abbiamo ridotto del 9% il nostro consumo di acqua.

Percentuale di acqua riciclata
In qualità di banca la BCG ha un consumo idrico ridotto, coperto con le reti di approvvigionamento locali.

Emissione di gas rilevanti per il clima
Nell’anno in esame le emissioni di gas serra ammontano a 1524 kg di CO2 per singolo collaboratore. Le emissioni complessive di gas serra della BCG si sono quindi ridotte di 489 tonnellate rispetto all’anno di riferimento 2010, passando da 1616 a 1127 tonnellate di CO2. Il che corrisponde a una diminuzione del 30%.

Iniziative e risultati riguardo alle emissioni di CO2

Per raggiungere i nostri obiettivi per il clima (impatto climatico zero entro il 2015, riduzione del 40% delle emissioni di gas serra entro il 2025 rispetto all’anno di riferimento 2010) abbiamo assegnato la massima priorità alla prevenzione e/o riduzione delle emissioni dirette e indirette di gas serra. In secondo luogo puntiamo a ridurre le emissioni attraverso misure di compensazione. Dal 2015 la Banca, in collaborazione con la fondazione svizzera myclimate, compensa infatti tutte le emissioni di gas serra non ancora eliminate con misure proprie.

 

Vielfalt und Chancengleichheit

 

A titolo di esempio si possono menzionare le misure introdotte per ridurre le emissioni di gas serra:

  • passaggio da numerosi tipi di carta a carta riciclata
  • Maggiore uso dei mezzi di trasporto pubblici
  • Passaggio di due succursali al teleriscaldamento a biomassa

Con il passaggio della sede centrale al teleriscaldamento dell’inceneritore di Trimmis, l’anno prossimo ci sarà un’ulteriore riduzione delle emissioni di gas serra.

Nell’anno in esame il volume complessivo di acque luride della BCG è stato di circa 17 milioni di litri (-19% rispetto al 2012). Le acque luride della BCG confluiscono nel sistema di canalizzazione locale del Cantone.

In veste di banca la BCG non produce ingenti emissioni di sostanze inquinanti o rifiuti pericolosi. Grazie alla costante sensibilizzazione dei collaboratori, possiamo registrare una quota di riciclaggio significativa dell’83%.

Iniziative per ridurre l’inquinamento ambientale
La BCG offre prodotti e servizi in linea con la propria strategia di sostenibilità. Con l’Ipoteca Minergie® la Banca contribuisce alla promozione di un’edilizia residenziale energeticamente efficiente. Si stanno valutando sviluppi e nuovi approcci per promuovere la ristrutturazione di edifici e sostenere le consulenze in campo energetico.

L’investimento sostenibile è una tradizione della BCG. Ci avvaliamo di attività di ricerca sulla sostenibilità, che comprendono analisi e valutazioni di azioni e obbligazioni secondo criteri ambientali, sociali e di corporate governance.

 Il vostro prossimo passo

 Il vostro interlocutore

Plutarch Chiotopulos

Redattore Marketing & Comunicazione
+41 81 256 83 13

Visualizzare il profilo

 Protezione sostenibile del clima

Crescere insieme.